venerdì 24 gennaio 2014

DOPO LUNGA TRAFILA BUROCRATICA L'ACSI RITORNA A FAR PARTE DELLA CONSULTA NAZIONALE CICLISMO

TRENTO, 13 GENNAIO 2014. 
L'A.C.S.I. Riammesso a pieno titolo fra gli ENTI della CONSULTA NAZIONALE. Si conclude in una bolla di sapone il contenzioso fra l'ENTE di Promozione e la CONSULTA Nazionale. Via libera a affiliazione e tesseramenti.

Consulta Nazionale del Ciclismo, riunita a Bologna, il 13 gennaio 2014, ha deliberato quanto segue:

preso atto dell’impegno formale e spontaneo dell’ACSI al ritiro della citazione nei confronti del Presidente della CNC Davide Ceccaroni ed esaminata la documentazione fornita dall’ACSI, nella seduta odierna, dall’avv. Emiliano Borgna, che evidenzia la rimozione dei presupposti che avevano dato luogo il 25/11/2013 alla delibera di sospensione della medesima, riammette l’ACSI a pieno titolo tra gli organismi facenti parte della Consulta Nazionale Ciclismo; 

la Consulta evidenzia altresì che, contrariamente a quanto erroneamente riportato da organi di stampa, il CONI non è in alcun modo intervenuto in questo contesto, anche in funzione del ruolo della CONSULTA e stante l'insussistenza dei presunti danni subiti dall' A.C.S.I. , la cui autonoma attività mon è stata ne avrebbe potuto in alcun modo essere pregiudicata dalla presenza o meno della CONSULTA medesima.

la nuova normativa riguardante il ciclismo amatoriale comporterà una necessaria fase di informativa per la sua corretta applicazione, in specie per quanto attiene l’autocertificazione etica. A tal fine la Consulta sarà attivata la casella e-mail "etica@consultanazionaleciclismo.it" alla quale potranno essere indirizzate tutte le comunicazioni relative alla normativa etica introdotta con decorrenza 1.1.2014. In particolare, alla casella e-mail indicata dovranno essere inviate le comunicazioni relative a tesserati cicloamatori 2014 che non risultino in possesso del necessario requisito etico, onde poter effettuare le necessarie verifiche prima di attuare il ritiro della tessera e le eventuali azioni conseguenti, a supporto delle associazioni affiliate agli Enti della Consulta; delibera l’ammissione dell’ASC dopo che l’Ufficio di Presidenza ha esaminato la documentazione prodotta dal suo Presidente, Avv. Luca Stevanato;
ratifica le date dei campionati nazionali di consulta e/o Arti&Mestieri.

F.to Consulta Nazionale Ciclismo
 

sabato 11 gennaio 2014

UGO SANSONETTI COMPIE 95 ANNI… POSSIAMO ANCORA TESSERARLO!

QUANDO SI DICE FINO A 100



Ugo Sansonetti compie 95 anni. Uno dei veterani dell'atletica master italiana taglia l'ennesimo traguardo di una vita sportiva che l'ha visto mettere insieme una sterminata collezione medaglie e primati internazionali di categoria. Nato a Roma, il 10 gennaio del 1919, Sansonetti ha dieci figli, venticinque nipoti e cinque bisnipoti. Due anni fa, un infortunio al femore lo aveva costretto ad un stop, ma recuperata un'adeguata condizione fisica l'irresistibile passione per lo sport lo aveva trascinato in una nuova avventura: "Nel 2012 - racconta con fierezza - mi sono cimentato nei tuffi ai Mondiali Master di nuoto, sperimentando anche il trampolino dai 10 metri. Ho dato il meglio nel tuffo con salto mortale all'indietro. Per il resto, non ho mai smesso di allenarmi e tenermi in forma anche perchè ho una gran voglia di tornare sui blocchi di partenza dei 60 metri in occasione dei prossimi Campionati Italiani Master Indoor di Ancona (7-9 marzo, ndr)". Nell'atletica, invece, la vera passione di Sansonetti, tesserato per la Romatletica, è la velocità ed anche la specialità che in carriera gli ha regalato più soddisfazioni. Basti pensare che nel 2011 (a 92 anni!) correva ancora i 60 metri in 11.83 e 100 in 19.39 (pure con 2,3 metri di vento contro!). Il segreto di una simile longevità? Sta forse nel titolo di uno dei tre libri di cui Sansonetti è autore: "Non fermarsi mai!".



da www.fidal.it